L unità dItalia. Guida ai luoghi del Risorgimento.pdf

L unità dItalia. Guida ai luoghi del Risorgimento PDF

Il 17 marzo 1861 il Parlamento di Torino, capitale del regno, proclamò Vittorio Emanuele II, re dItalia per grazia di Dio e volontà della Nazione. Fu latto di nascita della Nazione, a compimento di un lungo e controverso percorso cominciato dalle 5 giornate di Milano, proseguito con la spedizione dei Mille di Garibaldi e le grandi battaglie del Risorgimento, ma deve ancora vedere i plebisciti, lassedio di Gaeta, lultima guerra dIndipendenza, il brigantaggio, la breccia di Porta Pia che aprirà le porte di Roma. LUnità dItalia e il Risorgimento sono stati senza alcun dubbio unepopea straordinaria, densa di personaggi fuori dal comune, di vicende che hanno coniugato leroico con il grottesco e il grandioso con il meschino, oltre che dettato pagine nelle quali emergono il coraggio estremo e la vigliaccheria, il rigore morale e lopportunismo più becero. La guida vuole condurre gli italiani sui luoghi in cui si sono compiuti i loro destini, alla conoscenza degli eventi storici e politici e dei personaggi che li hanno determinati: la Torino di Vittorio Emanuele II e di Cavour, le Regge dei Savoia, le battaglie di Solferino e Custoza, la Firenze breve capitale, la Roma finalmente conquistata e la Napoli dei Borbone

HERUNTERLADEN

ONLINE LESEN

DATEIGRÖSSE 9.67 MB
ISBN 9788862611381
AUTOR none
DATEINAME L unità dItalia. Guida ai luoghi del Risorgimento.pdf
VERöFFENTLICHUNGSDATUM 07/01/2020

Unità d'Italia: riassunto della storia. La storia dell’Italia è lunga e travagliata. Per molti secoli la nostra penisola era formata da tanti piccoli stati con governi e lingue differenti. La nascita di un unico Regno d’Italia è da ricondursi all’epoca del Risorgimento, precisamente al 17 marzo 1861. Unità d’Italia: il … Il fronte della battaglia si sviluppò per 18-20 km gli scontri durarono dall'alba al pomeriggio e fu la più sanguinosa combattuta per l'indipendenza e l'unità d'Italia; dei 300/350.000 uomini in campo, rimasero a terra, tra morti e feriti, più di 40.000 soldati.