La crisi dello sviluppo argentino. Dalla frustrazione alla crescita vigorosa.pdf

La crisi dello sviluppo argentino. Dalla frustrazione alla crescita vigorosa PDF

Attraverso lanalisi e la critica delle caratteristiche strutturali delle economie contemporanee, nonché del ruolo delle imprese transnazionali, del Banco Mondiale e del FMI, Prebisch cerca di dare delle indicazioni concrete di politica economica che cerchino, attraverso la partecipazione dello Stato nello sviluppo, una nuova etica dellappropriazione, della distribuzione e dello sviluppo stesso. La crisi dello sviluppo argentino costituisce una sorta di testamento intellettuale di Prebisch che lo scrisse, pochi mesi prima di morire, tra il 1925 e il 1926, dopo essere tornato in Argentina per aiutare il suo paese ad intraprendere la strada dello sviluppo economico dopo quella, appena ritrovata, della democrazia politica.

HERUNTERLADEN

ONLINE LESEN

DATEIGRÖSSE 4.12 MB
ISBN 9788884832610
AUTOR Raúl Prebische
DATEINAME La crisi dello sviluppo argentino. Dalla frustrazione alla crescita vigorosa.pdf
VERöFFENTLICHUNGSDATUM 07/04/2020

Il Fascismo è un movimento politico fondato in Italia da Benito Mussolini il 23 marzo 1919. Nacque come risposta alla grave crisi economica e politica che caratterizzò il paese dopo la fine dalla prima guerra mondiale, esaltando il dominio della forza ed il drastico annullamento della volontà individuale per un completo sacrificio, per la volontà del capo, per il bene della patria. Centro Veneto di Psicoanalisi Padova, 18 maggio 2013 INTRODUZIONE. Al Centro Veneto di Psicoanalisi, nell'ambito dei Seminari Teorico Clinici, Giovanna Giaconia e Cristina Saottini hanno proposto due interessanti riletture di Pinocchio che hanno suscitato una vivace discussione nel pubblico. Giovanna Giaconia. Rilettura di Pinocchio alla luce dello sviluppo dall'infanzia all'adolescenza. Il cambiamento climatico indotto dall'azione umana rappresenta una delle grandi minacce e delle grandi sfide di questo secolo. Pur non essendo fra le aree più povere e vulnerabili, l'Italia è tuttavia, per la sua collocazione mediterranea, uno dei Paesi europei più esposti alla crisi climatica, un vero e proprio 'hot spot' del clima.